Enogastronomia siciliana
Attualità,  Cibo,  Viaggio

Enogastronomia siciliana

Una delle prime cose a cui si pensa una volta messo piede in Sicilia è il cibo!

La cucina siciliana è davvero squisita.

Ciascun capoluogo di provincia ha un prodotto culinario che lo identifica.

Molti, ad esempio, associano Palermo all’arancina, un timballo di riso ripieno e fritto, che costituisce un vanto dell’intera cucina siciliana e può essere consumato come spuntino, come antipasto o addirittura come piatto unico.

L’arancina, però, si trova ovunque e in qualsiasi momento.

Cambia forma e dimensioni da città in città e si possono contare circa un centinaio di varianti a seconda del condimento.

Palermo è identificata anche con il pane e panelle, ovvero frittelle con farina di ceci; e con il cannolo, che la tradizione vuole che questo dolce tipico sia nato nel capoluogo siciliano, ma in realtà pare che sia nato nell’entroterra, in particolare a Caltanissetta.

Si narra, infatti, che il cannolo sia nato grazie alle donne dell’harem del Castello di Pietrarossa.

Alla città di Caltanissetta, inoltre, è legato il rollò, una sorta di pan di spagna arrotolato e ripieno di ricotta e pasta reale, e il torrone, un dolce realizzato con mandorle, miele, albume d’uovo, zucchero, tanto da assumere l’appellativo di “Città del Torrone”.

Modica è associata al suo, ormai famoso, cioccolato preparato con una particolare lavorazione “a freddo” rimasta invariata dal XVI secolo.

Dolce tipico catanese è la cassata, chiamata anche minni di vergini o di S Agata, un dolce dalla particolare forma semisferica, che ricorda il seno di una donna, preparato in onore di Sant’Agata, protettrice e patrona della città di Catania.

La città di Bronte è legata al suo famoso pistacchio, che vanta la denominazione di origine protetta (DOP) e il presidio Slow Food, soprannominato l’oro verde per il suo alto valore commerciale.

Ribera è conosciuta come la città delle arance. L’arancia di Ribera è un prodotto D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) e appartiene al gruppo delle arance bionde ombelicate.

L’enogastronomia siciliana vanta di tanti prodotti con marchio riconosciuto:

  • D.O.P. (Denominazione d’Origine Protetta)
  • D.O.C. (Denominazione d’Origine Controllata)
  • P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali)
  • I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta).

Ricordiamo, infatti, oltre alle Arance rosse di Ribera, anche:

  • l’uva di Canicattì,
  • i pomodori di Pachino,
  • i capperi di Pantelleria,
  • le olive di Nocellara del Belice.

Tra i vini, vanno menzionati:

  • il marsala, vino liquoroso prodotto a Marsala,
  • il passito di Pantelleria,
  • l’amaro Averna, un liquore amaro che veniva prodotto a Caltanissetta, la società Averna è stata, poi, acquisita  dal Gruppo Campari, nel 2014.

Grazie al clima mite, la Sicilia è ricca di spezie e piante aromatiche: origano, menta, rosmarino. Il terreno fertile, inoltre, produce agrumi in grande quantità.

La Sicilia, dunque, è l’isola delle mandorle, dei pistacchi, delle olive, dalle quali si ricava un gustoso olio, fichidindia…

L’isola vanta anche eccellenze casearie: il caciocavallo ragusano, ad esempio, formaggio semiduro, a pasta filata, prodotto esclusivamente con latte di vacca di razza modicana. Ha ottenuto il marchio D.O.P. nel 1996.

Un’altra grande tradizione dei Siciliani è quella legata alla produzione del sale. Infatti, la Sicilia rappresenta una delle maggiori produttrici di sale, la cui produzione è concentrata nel trapanese, dove si raccoglie il sale marino di Trapani, quale è stato conferito il marchio I.G.P.

La Sicilia, poi, è la regione della Dieta Mediterranea, che nel 2010, grazie all’Unesco, è stata inscritta nella lista del Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità, riconoscendole così il valore nutrizionale e culturale come eccellenza mondiale.

Ad ottobre 2020 è nato, a Caltanissetta,  il Primo Parco Mondiale, policentrico e diffuso dello stile di vita mediterraneo, con l’idea di puntare sui due pilastri dell’economia siciliana: arte e agricoltura. Per saperne di più visita la pagina Facebook Primo Parco mondiale dello Stile di Vita Mediterraneo. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!